fbpx

Il mio Blog

“Le sofferenze familiari, come gli anelli di una catena, si ripetono di generazione in generazione finché un discendente acquista consapevolezza e trasforma la sua maledizione in una benedizione”. Le parole di Alejandro Jodorowsky parlano di una storia scritta che si tramanda di generazione in generazione, ma parlano anche della possibilità di essere sempre autori del nostro destino.

Due milioni e mezzo di italiani soffrono di disturbi d’ansia e spendono circa 350 milioni di euro l'anno in ansiolitici. L'uso è sempre più diffuso tra gli under 35, sempre più colpiti da ansia e senso di isolamento.  (Rapporto Istat, 2017), (Rapporto Osmed dell'Aifa, 2018). L'ansia può...

Chi ha detto che l’ansia è sempre negativa? L'ansia è una reazione psico-fisiologica che permette di attivare risorse sia fisiche che mentali di fronte ad eventi imminenti percepiti come minacciosi. E’ funzionale in quanto attiva la nostra attenzione, segnalandoci che abbiamo di fronte una difficoltà da superare e ci prepara a reagire a tale difficoltà. Infatti, in questi casi i nostri sensi si acutizzano, aumenta la memoria e si attivano i muscoli. 
La stima ed il rispetto tra coniugi o partner sono due ingredienti fondamentali in una coppia sana. Direi che rappresentano l’ABC di un rapporto sentimentale sano e i pilastri sui quali si costruisce una famiglia. La stima ed il rispetto reciproci sono fondamentali anche nella costruzione dell’immagine che un figlio si fa dei propri genitori. L’idea che un bambino si fa del proprio genitore viene influenzata infatti anche dall’opinione che ha di lui o di lei l’altro genitore. Capiamo meglio…
Il desiderio di un figlio o il bisogno di avere un figlio? Domanda da Psicologo? O domanda da chi sta dietro al significato delle parole come se contassero davvero ancora qualcosa? Io voglio crederci che una parola piuttosto che un’altra possa fare la differenza. Che desiderio e bisogno hanno significati diversi. E allora chi è "folle" come me mi segua in questo articolo…
La vita oltre che bella, è difficile, è dura, non sempre dona, ma toglie anche. Questa non è una novità. Ma lascia che tuo figlio possa comprenderlo piano piano. Questo non è un articolo a favore del genitore “spazzaneve”, ovvero il genitore che tende a prevenire e ad evitare qualunque difficoltà e frustrazione al proprio figlio. Ma è un articolo che parla di tempi giusti nella vita di un bambino: